Perchè in Italia l'assicurazione auto costa di più

L’associazione nazionale imprese assicuratrici ha trovato una risposta a questa domanda attribuendo alla maggiore frequenza dei sinistri valutata in più del doppio rispetto alla media europea (in particolari sono più alti i sinistri che provocano danni alla persona), l’ania individua anche in una scarsa azione di contrasto ai reati di frode in assicurazione la concausa al caro tariffa. Alcune soluzioni proposte: incentivazione della clausola contrattuale per un risarcimento in forma specifica e l’utilizzo della scatola nera che sicuramente provocano una riduzione dei prezzi, deve essere eliminato qualsiasi elemento di incertezza per le lesioni micro permanenti considerando risarcibili solo le lesioni evidenti da indagini strumentali. Inoltre le imprese dovrebbero avere a disposizione più strumenti per identificare le frodi con migliori sistemi investigativi e giudiziari. Da rivedere anche il sistema bonus – malus ormai non rispondente più alle esigenze di attrbuzione del rischio.

Auto senza assicurazione

Oltre 840 euro di multa se l’assicurazione è scaduta e confisca del mezzo nel caso in cui si circola con tagliando falso (contraffatto o alterato). Le auto che circolano senza assicurazione sono in costante aumento, con la crisi economica in corso in molti scelgono la soluzione di non rinnovare la polizza o rivolgersi a falsi assicuratori che procurano dei tagliandi fittizi che non hanno alcun valore a copertura del rischio. In media le auto “pirata” sono risultate 1 su 5, quindi il rischio di incorrere in un sinistro con uno di questi veicoli è concreto, cosa fare in questo caso, come procedere per un eventuale risarcimento? Decisamente siamo incorsi in evento spiacevole da cui difficilmente avremo un risarcimento adeguato, spesso questi soggetti che ricorrono a coperture assicurative false non hanno nulla da perdere in termini economici, non risultano lavoratori ed intestatari di beni materiali, pertanto rivalersi sul soggetto diventa complicato.